"Benedetta Maremma" storia dei santi della bassa toscana

La penna narrativa dello scrittore e  saggista romano Marco Faraò individua e analizza attraverso l'incrocio di fonti storiche,  documenti   antichi   e   studi   moderni,  la  vita,  la  conversione  e  i miracoli  di venticinque santi che dal I al XVIII secolo sono nati, vissuti, morti o sepolti in terra di Maremma, in un territorio situato lungo la fascia costiera - compresa tra la provincia di Livorno a nord e la provincia di Viterbo a sud includendo l’arcipelago toscano. Alcuni di questi santi sono conosciuti e venerati solo nel raggio locale;mentre altri sono famosi e celebrati in molte parti d’Italia, come nel caso di san Bernardino da Siena, san Biagio e san Rocco; san Galgano, pur non rientrando propriamente nella zona  maremmana, è legato da varie vicissitudini ai territori presi in esame in questo saggio edito da Sarnus. Nell’introduzione è  raccontata la storia della Maremma dagli Etruschi ai giorni nostri. In appendice si trova la storia dell’abbazia di San Rabano presso Alberese (GR) e la figura di san Francesco, personaggio importante per la diffusione della fede e della carità cristiana in tutta la Toscana. 

La bibliografia contiene circa 200 opere consultate in tre   anni   di   ricerche,   mentre   le   immagini   sono   state   scattate   in   numerose   località   maremmane   a testimoniare la presenza del passaggio dei santi menzionati in quest’opera (in ordine alfabetico: Bernardino da Siena, Bernardo Janni, Biagio, Cerbone, Cristino, Felicissima, Feriolo, Fiorenzo, Flora e Lucilla, Francesco d’Assisi, Galgano, Giorgio, Gregorio  VII, Guglielmo di Malavalle, Guido, Lituardo, Lorica, Lucia Filippini, Mamiliano, Paolo della Croce, Potente, Rabano, Regolo, Rocco, Walfredo)

ematube