Possessione demoniaca ed esorcismo: la figura del demonio nasce con Cristo

(Foto Udine20.it)
 
Ecco un altro interessante e stavolta forte articolo della nostra sensitiva Aradia, la quale, in relazione alla notizia storica inerente l'esorcismo praticato a Montefiascone del 1798, vuole porre una sua riflessione 
 
 
Bentrovati!
 
Ispirata dall’articolo sull’esorcismo fatto a Montefiascone nel 1700, della nostra splendida  Caterina Berardi  ho deciso di trattare un argomento che genera dubbi, paure, perplessità; la possessione demoniaca e l’esorcismo. Un po’ per verificare la questione, ho visionato alcuni filmati  di possessione ed ho letto diversi  casi. Da ex fervente cattolica, credevo in tutto ciò che la chiesa insegnava  e predicava.  Poi, mi sono affrancata e sono riuscita ad osservare  meglio alcuni meccanismi che in effetti, si possono comprendere solo al di fuori dell’influenza religiosa. Il modus operandi della chiesa  mira a tenere le anime sotto di sé,  sotto controllo,  attuando una serie di azioni ed inculcando una dottrina che lava via i peccati con il battesimo,  perdona i peccati con la confessione e il cui simbolo è un uomo sofferente messo in croce la cui madre la cosiddetta "Vergine Maria" o "beata Vergine" è colei che schiaccia il serpente e che si manifesta ai vari veggenti invitandoli a diffondere la preghiera. Il primo esorcista  è  chiaramente  Gesù.
La figura di Satana / Lucifero nasce  poiché la chiesa  ha sempre avuto bisogno di un avversario, qualcuno da “incolpare” per i mali degli uomini. Lucifero l’angelo più splendente che con il suo “Non Serviam” si rivolta a Dio, si rifiuta di obbedire e  si ribella a Dio perciò viene scaraventato sulla terra. Dunque…chi non vuole sottostare alla volontà di Dio, viene scaraventato sulla terra?
Pertanto siamo tutti Lucifero visto che sulla Terra viviamo e non sempre allegramente! E su questo punto voglio farvi riflettere.
Tornando alle possessioni, nei secoli molte persone soprattutto donne "non convenzionali" venivano trattate spesso  come possedute.
 
Non esisteva distinzione tra patologia e possessione. La donna doveva essere docile, composta, ben educata e sottomessa. Quelle che non lo erano finivano sul rogo, oppure subivano rituali di esorcismo estenuanti ed infine, in tempi successivi erano destinate al  manicomio. La donna era considerata inferiore, un’anima debole che non poteva resistere alle tentazioni.
Non è casuale che vi siano diverse  donne che nel corso della storia siano state santificate o beatificate. In un libro  "La santa anoressia. Digiuno e misticismo dal medioevo a oggi" di Rudolph.M Bell  alcune mistiche  riuscivano a vivere senza cibo, per poi scoprire che il cibo veniva cucito nei loro vestititi  o fornito loro di nascosto. Altre davvero si lasciavano morire di fame. La donna e’ stata invisibile per troppo tempo  e forse il modo per rendersi visibile era attraverso qualcosa che la rendesse superiore a chiunque. L’anoressia moderna è un retaggio di ciò che è inconsciamente parte del karma collettivo femminile. Concludendo il discorso sull’insensata idea della  natura debole dell’essere femineo, come potete osservare da voi,  il pendolo oscilla tra santa sottomessa e indemoniata isterica. Manipolazioni che la chiesa ha usato ed utilizza, ce ne sono sempre state, così  lo sono l’esorcismo e la possessione demoniaca. La chiesa inculca la costante paura dell’inferno, di Satana e della dannazione alle  fiamme eterne. Satana,   le sue legioni e le anime a lui devote avvinghiati in rituali orgiastici, crudeli e perversi ma la chiesa omette un particolare non da poco. La figura del Demonio nasce con Cristo, il cristianesimo cerca di distruggere tutto ciò che era prima e cioè i culti ben più antichi, i matriarcati, i culti legati a divinità femminili, i vari templi  e tutto il Pantheon politeista, in cui ogni divinità aveva un suo compito. Fatto ciò, si impossessa di rituali politeisti per modellarli secondo un credo monoteista su cui viene fondata una religione che guarda caso, prevede paradiso ed inferno in cui come in un campo di calcio si gioca una partita tra bene e male in cui il male va combattuto in nome di un Dio ed in cui però, l’arbitro è sempre un uomo perché  ai poteri alti della chiesa le donne non accedono.
Ed eccomi al punto.
 
(Una scena tratta dal film "L'esorcista" - zon.it) 
 
 
Il primo male è stata la chiesa stessa che tra "guerre sante", dominazione,  torture, roghi  e discriminazioni, si è lavata le mani nel sangue e nell’orrore per poi abilmente creare un antagonista del proprio Dio, un brutto  strofinaccio su cui pulire quella sozzura. Eh già, perché occorre sempre una figura cattiva per far paura. Pensate all’uomo nero o al lupo cattivo. Siamo stati condizionati per secoli a credere che tutto ciò sia vero perché fa comodo alle istituzioni che le persone abbiano paura. Dell’anima in apparenza non frega niente ad alcuno eppure…tutti hanno paura di morire e di questa figura del Diavolo. L’errore è che il male sia istigato dal Demonio, ma il vero male, quello torbido e perverso, risiede nell’animo umano e se esiste un libero arbitrio ciò significa che ognuno è responsabile delle proprie azioni. Le possessioni altro non sono che mezzi per instillare nell’inconscio, la possibilità che un’anima possa essere posseduta da qualcosa di cattivo che iconograficamente viene rappresentato come un essere mostruoso ( anche  perché se fosse stato un bel ragazzone o una bella ragazzona, voglio vedere chi avrebbe osato dire NO alla possessione…avremmo liste e liste di candidati per l’opzione possessione). Una volta seminata questa idea folle e lasciata crescere come erbaccia,  il passo che precede l’idea  di una possessione che rende necessario un esorcismo,  praticato ovviamente solo da sacerdoti preparati e  scelti dalla chiesa, è decisamente breve. In virtù di tali condizionamenti attendere che dalla  massa  emerga una persona che sia credente ma che inconsciamente nutra qualche dubbio,  che abbia un momento di disagio esistenziale, di confusione o peggio una patologia psichiatrica magari non ancora riconosciuta, è abbastanza semplice. Ed ecco che  spunta il povero diavolo!
So che gli esorcisti scartano molti casi  e che operano solo su quelli che ritengono veritieri, ma anche in quelli veritieri il condizionamento è molto forte. Come accennato, parlo  per esperienza personale poiché sono cose che ho vissuto sulla mia pelle. 
 
(Foto Cinespresso.com)
 
Avversione al crocifisso, sputi, voce cavernose, urla,  forza disumana,  xenoglossia, parlare di  cose e vedere immagini che è impossibile conoscere, luci che saltano, lampadari che oscillano: ho sperimentato tutto. Un’anima non può essere "rubata" ma può essere infastidita da anime erranti scoccianti che usano le sue stesse paure contro di lei, ma la usano, non possono prenderla e sono anime e non demoni. Nel corso del tempo ho compreso che il conflitto tra mente ed anima, umano e spirituale serve a svegliarci, a darci uno scossone affinchè  in primis, possiamo affrontare le nostre paure per poi  imparare a riconoscere  l’essere che siamo, a svincolarci da percorsi che non ci appartengono, e a seguire la nostra vera ispirazione, il nostro unico ed individuale  percorso umano e spirituale che ci condurrà in tanti nuovi luoghi, in altre dimensioni, in altri piani di esistenza ma soprattutto ci condurrà a capire che il divino va cercato dentro noi stessi e non all’esterno, e che nessuno può dirci come connetterci con questo divino, poiché la connessione tra un Essere e la  Forza Creatrice è innata. Rifletteteci. Se la vostra mente è  pronta ad aprirsi e a porsi domande, questo articolo sarà servito a qualcuno. 
 
A presto.
 
 
Per la corrispondenza diretta con ARADIA Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
ARADIA: Sensitiva, Reiki Master, Counselor, ha un approccio
personale  con  il  mondo  invisibile,  un’esperienza  ultra
ventennale. Ha chiamato il suo “modus  operandi”
Counseling dell’Oltre, collabora da anni con il Gruppo Prisma di Viterbo.
Ha tenuto conferenze e scritto vari articoli.
 
E’ disponibile per  consulenze  private,  gruppi e sopralluoghi
(non gratuiti)
 
 
 

ematube