Cosa si intende per Counseling dell'Oltre?

Torna sulle pagine telematiche de LaRotta.it la nostra Aradia, con la sua rubrica di Occulto e di ciò che non si palesa direttamente a noi in modo visibile.  In questo articolo, ci descrive il ruolo del "Counselor dell'Oltre. Chi è, cosa fa, e quali obiettivi si prefigge.

Buona lettura.

E’ una mia creazione. Ma che cos’è? Alcuni se lo chiederanno perché abbinare due parole come ”counseling” e “oltre” sembra strano considerate le differenti prerogative dei concetti ad esse associate. In realtà non sono così lontane e male assortite come si potrebbe pensare. Il Counseling dell’Oltre è in effetti un cammino che rende unite le competenze che ho appreso nel tempo da cui esso è stato generato, competenze relative al sostegno alla persona che vive un disagio esistenziale tipiche del counseling e le competenze “altre” di chi da anni lavora con l’energia, con il mondo invisibile agli occhi ,  è sensitiva  e Reiki Master (me!).

Così facendo l’essere umano viene osservato e sostenuto nella sua unicità e totalità, sia per quanto concerne il sostegno sul piano fisico-esistenziale, sia sul piano ultraterreno. Pertanto, in questo tipo di sostegno nel cammino di un essere , ciò che spesso viene considerato argomento da trattare “a parte” o  del tutto escluso e lasciato inosservato, viene invece  integrato nel percorso evolutivo.
Il Counseling dell’Oltre connette in tal senso visibile ed invisibile, noto e ignoto, luce ed ombra.
Nasce dall’idea di fondere la conoscenza terrena ed ultraterrena, partendo da un cammino profondo e a volte difficoltoso, di autoconoscenza, per illuminare ogni aspetto di sé, ogni angolo secretato, ogni luogo interiore lasciato silenzioso a cui invece è necessario dare voce, per verificare ogni paura, ogni insegnamento appreso anche e soprattutto in relazione alla “morte”, per poi procedere “Oltre”; oltre i confini dell’umano e riconoscere finalmente l’Essere di Luce che ognuno è, e  com-prendere che c’è molto, molto altro oltre il visibile.

Superare la barriera dell’ovvio e della superficie per sconfinare in quello che appartiene ad ognuno; il potere interiore. La volontà di svelare i lati occulti di noi stessi a noi stessi e prendere definitivamente contatto sia con le potenzialità umane di cui disponiamo sia con il potenziale ultraterreno che fa parte della nostra anima da sempre. Poiché siamo Uno nel Tutto così come l’opposto ma per ricordarlo è necessario riconoscere la differenza tra “sentito” e “pensato”.
Ecco che magicamente, due parole “counseling” e “oltre” che sembravano tanto distanti, poiché la prima legata al mondo materiale mentre la seconda ne supera i confini, nel Counseling dell’Oltre si trasformano in un vortice  di luce ed ombra  che accompagna gli Esseri verso la loro meta. E non soltanto gli Esseri umani ma anche gli esseri….. disincarnati.
A presto!  

Aradia; Sensitiva, Reiki Master, Counselor , ha un approccio
personale   con   il   mondo   invisibile,   un’esperienza   ultra
ventennale. Ha chiamato il suo “modus  operandi”
Counseling dell’Oltre, collabora da anni con il Gruppo Prisma di Viterbo.
Ha tenuto conferenze e scritto vari articoli.
 
E’ disponibile per  consulenze  private,  gruppi e sopralluoghi
(non gratuiti)

ematube

×

le chicche di natale