'Tra i castelli della Teverina e il paese delle fiabe' domenica 27 gennaio

(Panoramica di Celleno. Scatto a cura di Luca Bellincioni)

Un nuovo appuntamento volto alla scoperta del territorio e dei suoi luoghi sarà quello di domenica 27 gennaio  "TRA I CASTELLI DELLA TEVERINA E IL PAESE DELLE FIABE" con, Anna Rita Properzi, la quale  ci condurrà in un mondo fantastico e del tutto inaspettato. Sarà un viaggio che porterà a scoprire tre borghi immersi in un paesaggio fiabesco che propone scorci di incredibile bellezza. Si avrà modo di visitare Celleno, il borgo fantasma con l’imponente fortilizio Orsini e le case dirute da dove si potrà ammirare la valle, e il dirimpettaio borgo di Roccalvecce. A seguire, si raggiungerà Roccalvecce dove sarà possibile visitare il castello Costaguti ed il giardino storico, di proprietà della famiglia Costaguti Afan De Rivera e gustare un caffè nel salone di rappresentanza. Infine una piacevole sorpresa al borgo di Sant’Angelo di Roccalvecce dove si potrà conoscere il progetto dei Murales, che ha, come soggetti, le fiabe nel mondo. Alice nel Paese delle Meraviglie è la prima opera realizzata da Tina Loiodice, Il Piccolo Principe, il Brutto Anatroccolo, La Piccola Fiammiferaia, Don Chisciotte, le Fate di Avalon, Hansel e Gretel dipinto dalle studentesse Isabella Modanese e Cecilia Tacconi e altre opere in ceramica, come la Fiaba del Passato realizzata dall'artista Daniela Lai. 

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

APPUNTAMENTO a Celleno Vecchio Piazza del Mercato ore 9

COSTO DELLA VISITA: 8€

INGRESSO CASTELLO COSTAGUTI  4 €

DURATA DELLA VISITA: dalle ore 9.15 alle 13.30 circa
*PRENOTAZIONE  entro sabato 26 gennaio (mattina)

GRATUITA PER I BAMBINI fino a 14 anni
Ad accompagnare i visitatori sarà Anna Rita Properzi Guida Turistica e Guida Ambientale Escursionistica professionale, Iscritta al Registro Italiano AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche)
Per prenotare e ricevere informazioni contattate la Guida tel. 333 4912669; email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 

ematube