A cosa serve un servizio pubblico, se rimane chiuso?

MONTEFIASCONE - Cari pensionati vicini  e lontani, disoccupati, inoccupati, tutti coloro i quali hanno a che fare con la famigerata famiglia allargata dell'INPS: armatevi di pazienza perché lo sportello per più di un mese non sarà operativo. Questo è quanto emerge dal cartello affisso sul portone dell'ingresso dell'ufficio. Ad onor del vero, l'ufficio dovrebbe essere attivo per la pubblica fruizione il 1° e il 3° mercoledì di ogni mese. Ma c'è qualcosa che non ci torna. A dispetto delle regole vigenti e della buona volontà, l'INPS sportello falisco è uccel di bosco. Praticamente, pensionati di tutte le età e condizioni, se non potete raggiungere il capoluogo, vi attaccate! La motivazione scritta sul cartello è per motivi tecnici, probabilmente non hanno una connessione adatta alla mole di dati che transita per via telematica. E' successo altre volte che l'operatore INPS, si trovasse in difficoltà davanti al monitor e al suo utente per connessione internet lenta. Nell'era della fibra ottica, del digitale, di internet veloce, del wi-fi e di altre diavolerie verrebbe da dire: "INPS, man 'do vai se la connessione non ce l'hai?" Ma visto che il server si appoggia al Comune... E allora che si fa? Sindaco, assessori tutti, ridatece l'INPS che funziona, fatevi sentire, garantiteci i servizi prioritari, quelli che - per risparmiare- ci sono stati tolti. Transeat la  Pretura, trasferita per "logica visione" a Viterbo, e va bene, ma non togliete lo sportello INPS al colle falisco. Già abbastanza tormentato dallo spettro della legge Fornero, e dalla chiusura ormai prolungata per motivi tecnici.  E poi dicono che il terzo mondo sta in Africa. Sarà vero? E comunque, la redazione rimane a disposizione per qualsiasi rettifica o argomento da aggiungere, in merito alla problematica esposta.

Caterina Berardi 

ematube