Basilica, Duomo o Cattedrale? Perchè i luoghi di culto cristiano hanno nomi diversi?

 

Vi sarà sicuramente capitato durante una escursione o una gita nelle città d'arte -di cui l'Italia è piena- di leggere nelle indicazioni stradali o nelle brochure illustrate, la definizione per i luoghi dedicati al culto cristiano, differente a seconda dell'itinerario turistico che stiamo percorrendo, e cioè Basilica, Duomo e Cattedrale. Sovente ci si imbatte anche nei documentari culturali, in cui la definizione di chiesa cambia a seconda dell'importanza del sito o della sua ubicazione. 

BASILICA: Dal greco, per chi ha fatto il classico, Basileus significa Re + oikos che significa casa. Quindi, la casa del Re, di un entità superiore," il Re dei Re", come è anche il titolo di una famosa pellicola cinematografica del 1961. 

DUOMO: Dal latino domus = casa. In genere è il monumento più importante di una città, diciamo quella che la rappresenta. La caratteristica del duomo è lo stile gotico, pensate, per esempio, al Duomo di Orvieto, con la sua architettura interna.

CATTEDRALE: Se il Duomo che stiamo visitando si trova presso una città che è anche sede vescovile, allora, in quel caso, si chiamerà cattedrale. Proprio perché il vescovo ha lì la sua sede chiamata anche "cattedra", cioè la chiesa principale della diocesi. In questo caso  il palazzo vescovile di Viterbo ha nella stessa piazza, l'adiacente Duomo. 

Redazione LR

ematube