La Rotta.it: un anno di lavoro e di esclusive sul territorio, per il territorio

 

Sembra sia ieri, il giorno del battesimo o del varo online  (scegliete voi) in cui il  nostro sito di informazione LaRotta.it ha fatto il suo ingresso sul web. Invece, è già trascorso un anno ! La scelta del nome, anche se a molti lettori poteva sembrare "ambigua", non doveva comunque contenere il prefisso "tuscia" abbondantemente inflazionato da molti siti locali esistenti. Cosa abbiamo di bello intorno? Ho pensato. La disponibilità di vivere un meraviglioso lago vulcanico, siamo a circa mezz'ora di distanza dal mare e dalla costa tirrenica resa grande dalla presenza di una importante civiltà. Quindi, acqua.  Dolce o salata  è presenziata da imbarcazioni, grandi o piccine che siano. Il timone è un simbolo; è spaziare, solcare, trovare nuove tratte, percorrenze, rotte. Ecco: la Rotta. Rinnovarsi, pensare una diversa idea di informazione, che non fosse abbruttita dalla cronaca nera, o monopolizzata dai soliti comunicati stampa, sempre uguali, troppo uguali. E così ci siamo dati da fare. Una piccola redazione che ha portato in poco tempo, risultati importanti, che per alcuni saranno irrisori, ma per noi fanno la differenza. I nostri highlights sono stati tanti, e li vogliamo ricordare, perché sono la nostra immagine e il nostro orgoglio.

A pochi giorni dall'ingresso sul web, realizziamo l'intervista in esclusiva a Luca Rovati inerente l'acquisto dell'isola Bisentina. Intervista a Luca Rovati : " Faremo rivivere l'isola Bisentina"

Il secondo scoop in ordine cronologico è  la notizia sempre in esclusiva della riapertura della stessa isola al pubblico, prima ancora che il FAI ne desse notizia ufficiale. Questo, ha fatto arrabbiare molto la fondazione, ma d'altra parte, qualcuno prima di me afferma, che  "La notizia non dorme mai"  Emanuele Carioti docet.  Giornate FAI di primavera riapre al pubblico l'isola Bisentina 

Battuta sul tempo rispetto un'altra testata locale con due ore di anticipo, la notizia di cronaca  arriva da Tuscania. Furto nella notte  in casa Kortokraks 

Cosa lega Viterbo a Santa Croce Camerina e al commissario Montalbano? Lo scoprirete leggendo questo articolo Viterbo, Santa Croce Camerina e il commissario Montalbano 

Anche le nostre rubriche culturali hanno prodotto un ampio gradimento di pubblico. Molto apprezzati, infatti, gli articoli di Elena Cappannella la nostra dottoressa laureata in Biologia Molecolare ci stupisce con i suoi scritti sulla civiltà egizia   Egizi ed Etruschi, due civiltà differenti o complementari?

Come non poteva mancare la competenza  di Francesco Moretti che ha fatto conoscere a tutti la sua professionalità nell'architettura  in uno dei suoi migliori pezzi  Architettura del ventennio fascista: il caso della borgata Luigi Razza di Celleno ce ne parla nella sua rubrica "Nel Ventre dell'Architetto" 

Fino ad arrivare alle storie esclusive e originali  che ci hanno aperto gli occhi sulle informazioni  inedite della nostra città La miracolata di Montefiascone

E ancora alla scoperta del nostro territorio con I segreti di Monte Landro- la montagna dell'oro a firma della sottoscritta che ha scatenato l'interesse della comunità geologica nazionale. A seguire il nostro Indiana Jones, Luigi Catena, il quale, nelle sue performance descrittive ci fornisce spiegazioni sulla sacralità del nostro territorio

Il rito di passaggio della madonna di Torano Ma desideriamo concludere questo riepilogo, con la video intervista più audace e coinvolgente che il nostro sito abbia mai pensato di fare. In maggio, il noto magistrato Paolo Giorgio Ferri,  colui il quale ha combattuto i traffici illeciti di reperti archeologici in tutto il mondo, sulla scia della trasmissione Ladri di Bellezza del format PETROLIO,  ci invita presso la sua domus per svelarci le modalità di indagine giudiziaria La legge di Ferri

 Caterina Berardi 

 

 

 

 

ematube