La miracolata di Montefiascone

Il documento che descrive i fatti

MONTEFIASCONE - La storia che andremo a raccontare ha dell’incredibile, e, ci riporta indietro nel tempo, di ben 68 anni. Non pensavamo affatto di dovercene occupare per la delicatezza dell’argomento, ma rimane, tuttavia,  un fatto di cronaca, e come tale, ve lo proporremo. Tempo fa durante le nostre ricerche giornalistiche sul territorio, ci siamo imbattuti in una persona che ci ha parlato di un evento che si è consumato nelle mura della sua casa nel 1949. Riteniamo, per correttezza, di dover mantenere il riserbo sulla persona che ci ha fornito i documenti di questa "guarigione inspiegabile". La città in questione è Montefiascone, e, in un antico palazzo di corso Cavour, vi abitava una donna affetta da paralisi del lato sinistro del corpo. I documenti entrati in nostro possesso, sono stati gentilmente concessi alla sola visione dalla persona proprietaria della casa in questione. Erano custoditi in una cassaforte a muro degli anni '40 all'interno della quale, vi erano  degli oggetti personali della protagonista della storia.

IL FATTO

MONTEFIASCONE, 1949. La signora Pia Onofri, coniugata Ramaglioni, si ammalò di una grave patologia invalidante. Ella, soffriva molto la sua condizione di paralitica al punto che, essendo molto devota, invocò l’intervento della Vergine Maria. A questo punto della storia fa il suo ingresso una bambina, che all’epoca aveva circa 8 anni, Ornella Trapè, che in molti la ritenevano possedere doti di veggenza. Infatti, la piccola, annuncia alla malata che la Madonna di Marta l’avrebbe guarita. Qualche tempo dopo, la bambina è testimone di una apparizione: la Vergine china sul letto della povera inferma le annuncia che di lì a breve, la signora Onofri sarebbe guarita progressivamente. La povera signora in concomitanza di quell’accadimento, avverte un forte flusso di energia pervaderle il corpo debilitato. Pochi giorni dopo, esattamente il 17 settembre del 1949 accompagnata da parenti e concittadini, la ormai guarita Pia Onofri si reca a sciogliere il voto alla Madonna di Marta come lo riporta il documento della foto  :

“ La miracolata di Montefiascone accompagnata da uno stuolo di parenti e concittadini, la sig.ra Pia Onofri, in Ramaglioni di anni 64 abitante in corso Cavour della nostra città, si è recata nel pomeriggio di domenica a Marta a sciogliere il voto alla Madonna”.

La cassaforte che ha custodito i documenti

Non sappiamo cosa sia intervenuto a sostegno della guarigione della signora Onofri, che poi venne a mancare qualche anno più tardi. Rimangono, tuttavia, i documenti olografi attraverso i quali, non vi avremmo potuto raccontare questa storia. Un fatto è certo; qualcosa è accaduto alla signora Pia in corso Cavour, tuttavia, non siamo in grado di affermare se si è trattato di un miracolo o meno, riteniamo non essere il nostro compito. Nel caso in cui leggendo questo articolo, ci sia qualcuno che si riconosce nella versione raccontata, o che pensa di avere avuto a che fare con questa famiglia, e vuole aggiungere qualche dettaglio storico in più, lo può fare mettendosi in contatto con la nostra redazione. Ci preme solamente aggiungere un altro tassello importante, volto alla conoscenza di questa meravigliosa cittadina alto Laziale, che ogni giorno ci permette di scoprire storie diverse fra loro, regalandoci emozioni diverse.

Caterina Berardi

ematube