FAI delegazione Roma: gita isola Bisentina e palazzo delle Logge di Bagnaia sabato 22 settembre

Isola Bisentina atto II. Dopo la recente apertura a cura del FAI avvenuta il 24 e 25 marzo scorsi, ecco un altro appuntamento con la storia e i luoghi più affascinanti di nobile profilo che solo la Tuscia offre. Il 22 settembre 2018, solo per gli iscritti FAI, si avrà l'opportunità di partecipare  al mini tour, per gli appassionati sostenitori della bellezza dei nostri luoghi: visita all'isola Bisentina comprensiva di ingresso al palazzo delle Logge di Bagnaia.

CENNI STORICO-GEOGRAFICI

Situata nella parte occidentale del Lago di Bolsena e raggiungibile in barca da Capodimonte, da pochi mesi, dopo decenni di abbandono, è tornata accessibile grazie a uno straordinario intervento di recupero paesaggistico e architettonico avviato dalla attuale proprietà. Era il sacrario dei Farnese. Così aveva immaginato l’isola Ranuccio Farnese il Vecchio, nonno di papa Paolo III. Qui avrebbero dovuto finire i loro viaggi terreni tutti i membri della famiglia. E così avvenne fino alla distruzione del Ducato di Castro, nel 1649, e il ritorno dell’isola tra le proprietà dello Stato della Chiesa. Dopo alterne vicende e molti passaggi, nel 1912 viene acquistata dalla principessa Beatrice Spada, per passare poi alla famiglia del Drago, e oggi alla Fondazione Rovati.
Con i suoi sette oratori, costruiti tra il XV e il XVI secolo intorno al perimetro dell’isola lungo un percorso devozionale (tra i quali la cappella del Crocifisso con gli affreschi della scuola di Benozzo Gozzoli), con la Rocchina di Antonio da Sangallo e il complesso centrale del Convento francescano con la Chiesa dei santi Giacomo e Cristoforo coronata dalla cupola “vignolesca” del Garzoni, è uno dei patrimoni più importanti della Tuscia, senza dimenticare un passato più antico, quello etrusco, e una natura straordinaria con i giardini, i lecceti, le rupi inaccessibili. Non è solo la somma delle sue parti, ma è un’opera d’arte ideale e totale, unica al mondo.
Dopo una sosta sulle rive del Lago per il pranzo, nel pomeriggio raggiungeremo il borgo medievale di Bagnaia per visitare le sale affrescate del Palazzo delle Logge, prestigiosa residenza privata aperta eccezionalmente per il FAI. Antica residenza estiva di grandi cardinali del Rinascimento, divenne dal Seicento fino alla fine del secolo scorso proprietà della famiglia Lante della Rovere, che ne fece la foresteria della vicina Villa Lante. Grandi esponenti del Manierismo italiano, tra cui Antonio Tempesta e Agostino Tassi, decorarono il piano nobile, e in particolare la Camera del cardinale Gàmbara e la grande Loggia aperta sulla vallata, con allegorie, storie dell’Eneide e mappe geografiche.

Appuntamento in Viale Luigi Einaudi (stazione Termini), alle ore 8.00. Si raccomandano scarpe e abbigliamento adatti.
 
Il contributo di partecipazione è di 100 euro e comprende:

-          Guida culturale
-          Pullman Gran Turismo
-          Pranzo
-          Assicurazione
-          Ingresso ai monumenti e ai musei come indicato nel programma
 

La visita è riservata ai soli iscritti FAI in regola con l’iscrizione per l’anno 2018 e verrà effettuata solo con un minimo di 20 partecipanti. La prenotazione si intende valida solo se accompagnata dal versamento del contributo.

L’importo versato verrà restituito per intero se la rinuncia da parte del partecipante verrà comunicata otto giorni prima dell’iniziativa. Fino a due giorni prima della visita verrà trattenuto il 50 % dell’importo come penale. Nulla verrà rimborsato dopo tale termine.
Per informazioni e prenotazioni: 06 6879376, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Piazza Enciclopedia Italiana, 50 – 00186 Roma o sul sito www.faiprenotazioni.it.

ematube